logo



logo_FSE_new

LogoUnioneEuropea_new

logoregionecalabria

Ricerca

Calabria Etica Servizi

Servizi Calabria Etica

Segregazione Sociale

Logo Segregazione

IL VOLONTARIATO IN CALABRIA

Volontariato in Calabria

Home arrow News arrow Il contributo del progetto contrasto alla Segregazione sociale in area urbana al Forum “100 Idee per Reggio Calabria Città Metropolitana”

Il contributo del progetto contrasto alla Segregazione sociale in area urbana al Forum “100 Idee per Reggio Calabria Città Metropolitana”

martedì, 28 luglio 2015

Reggio tavolo1 100 ideeCompleta e pertinente la partecipazione del progetto “Misure di contrasto al fenomeno della Segregazione sociale in area urbana”, al Forum “100 Idee per Reggio Calabria Città Metropolitana”, svoltosi l'8 luglio nell’Aula Magna della Facoltà di Architettura e in vista dello svolgimento del primo Festival delle Città metropolitane Inu (Istituto nazionale di urbanistica) che si è tenuto a Reggio Calabria dal 16 al 18 luglio scorsi. Il progetto, infatti, è stato presente, approfondendo il tema “Il ruolo attivo della città contro la segregazione sociale”, anche con un pannello alla mostra e con l’articolo contenuto nella pubblicazione degli atti dell’evento.

Il Forum, organizzato da Concetta Fallanca, responsabile scientifico del Lastre -Laboratorio Integrato per l’Area dello Stretto per lo sviluppo del territorio del Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica dell’Università Mediterranea- e da Paolo Malara, presidente dell'Ordine degli Architetti PPC, si è aperto con gli interventi del Rettore, Pasquale Catanoso, del vicesindaco di Reggio Calabria, Saverio Anghelone, del presidente dell’Ordine degli Architetti PPC, Paolo Malara, dell’assessore alla Pianificazione ed Urbanistica della Provincia, Santina Dattola e del presidente della sezione Calabria dell’Inu, Franco Rossi, neo-assessore alla Pianificazione e urbanistica della nuova Giunta Oliverio, nominata proprio nei giorni scorsi. Nela relazione d’apertura, Concetta Fallanca ha presentato l’iniziativa puntando l’accento sulla forza che le “idee” hanno quando sono veicolate verso il buon governo della città. Di significato particolare, nella prima parte della giornata, l’inaugurazione della mostra “Aspettando Morgane” curata da Gianni Brandolino nella quale sono stati esposti gli elaborati che hanno espresso le idee per la nuova città metropolitana, presenti anche nel volume edito da Aracne - costituito da circa 120 contributi e immagini - e distribuito in questa occasione agli autori presenti al fertile dibattito. Il Forum ha offerto un ampio contributo al tema della città metropolitana per varietà di argomenti e pluralità di interventi, riflessioni interessanti e multidisciplinari per la costituzione di un nuovo pensiero metropolitano che contribuisca alla progettazione della nascente realtà. Con la partecipazione al Forum, il progetto “Misure di contrasto al fenomenoReggio pannello1 100 idee della Segregazione sociale in area urbana”, aggiunge un tassello di enorme significato nel contesto non solo dell’elaborazione di idee progettuali, quanto nel manifestare davanti ad una platea di esperti di fama, il lavoro fin qui svolto che dimostra la maturazione di un percorso che può senza dubbio apportare benefici alla Regione per ciò che attiene la conoscenza di un fenomeno - come quello della segregazione sociale - che offre ulteriori spunti per conoscere le nostre realtà urbane così da offrire occasioni di studio, confronto e valutazioni ad ampio raggio. Dagli aspetti prettamente sociali che riguardano l’applicazione di modelli di contrasto al fenomeno, ad aspetti relativi a nuovi modelli urbanistici che possono consentire un diverso approccio al fenomeno e contribuire a migliorare la qualità della vita di zone periferiche oggi completamente degradate. Anche in questa sede va ricordato che il progetto “Misure di contrasto alla segregazione sociale in area urbana”, finanziato dall’Unione Europea-Fondo sociale europeo e gestito dalla Fondazione Calabria Etica-Regione Calabria, è presente su tutto il territorio calabrese attraverso le attività dei Centri d’Ascolto e il coinvolgimento dei Centri per l’Impiego.


Free Joomla Templates by JoomlaShine.com